BANDIeCONTRIBUTI

RICOSTRUZIONE POST SISMA E BANDO INAIL

Domande preliminari entro il 15 marzo anche da parte di imprese senza dipendenti e imprese agricole

Categorie: Bandi e Contributi

Tags: contributi,   terremoto,   bando,   INAIL

Con l'Ordinanza n. 7/2016 (di modifica dell’ordinanza n.91/2013) il Commissario per la ricostruzione ha ampliato la platea dei beneficiari del cd “bando INAIL” e ne ha modificato la scadenza.

Il bando Inail, si ricorda, eroga contributi alle imprese per interventi di miglioramento sismico degli edifici produttivi.

Possono quindi presentare domanda le imprese residenti o aventi unità operativa nei 33 Comuni terremotati del cratere “ristretto” (vedi allegato 1 D.L. 74/2012)che non abbiano già presentato altra domanda  ai sensi dell’Ordinanza n. 91/2013 e quelle che ai sensi della stessa abbiano presentato domanda di contributo solo per la rimozione delle carenze e non per il miglioramento sismico degli edifici,

La platea dei beneficiari è stata allargata alle imprese agricole ed alle imprese senza dipendenti iscritti ad INPS ed INAIL.

La scadenza per presentare una istanza preliminare alla domanda di contributo è fissata al  15 marzo 2016, e dovrà avvenire attraverso una procedura informatica sulla piattaforma SFINGE.

Il Commissario delegato si è riservata la possibilità di stabilire, con atto successivo, la scadenza per la presentazione delle domande, la percentuale di contributo (che comunque è stabilita potenzialmente sino ad un massimo del 100%), nonché di allargare alle imprese residenti negli altri Comuni appartenenti al cosiddetto “cratere allargato”, la possibilità di accedere a tali contributi.

Le aziende eventualmente interessate a presentare domanda possono  essere:

- titolari di diritto di proprietà od usufrutto dell’immobile oggetto dell’intervento;

- affittuarie dell’immobile oggetto dell’intervento, esclusivamente nel caso in cui il contratto di affitto risulti registrato in data antecedente al 29/05/2012 e contenga una clausola registrata, anche a seguito di eventuali modifiche o integrazioni, da cui risulti che tutte le spese di natura ordinaria e straordinaria risultino a carico dell’affittuario; il beneficiario del contributo deve essere intestatario delle fatture delle imprese direttamente esecutrici dei lavori o delle fatture emesse dal soggetto che ha sostenuto i costi da valutare ai fini del contributo; nel caso le imprese esecutrici dei lavori abbiano emesso fattura, relativa ai lavori effettuati sull’immobile oggetto dell’intervento, nei confronti di soggetti diversi dall’impresa che richiede il contributo, tali fatture devono comunque essere allegate alla domanda di contributo; deve essere in ogni caso allegata alla domanda di contributo copia del contratto di affitto e delle successive modifiche e integrazioni;

- titolare di un contratto di locazione finanziaria (leasing), stipulato in data antecedente al 29/05/2012 e con le stesse clausole di cui al punto precedente.

Il tuo nome
Il tuo indirizzo e-mail
Oggetto
Inserisci il tuo messaggio ...
x