BANDIeCONTRIBUTI

INVESTIMENTI SETTORE AUTOTRASPORTO

Dal 18 settembre il via alla richiesta degli incentivi

Categorie: Bandi e Contributi

Tags: investimenti,   autotrasporto,   contributi

Sulla G.U. n.178 del 1 agosto scorso sono stati pubblicati il Decreto del ministero dei Trasporti 20 giugno 2017, nonché il Decreto attuativo 17 luglio 2017, relativi agli incentivi per investimenti effettuati da imprese del  settore dell’autotrasporto di cose per conto  di  terzi, iscritte al Registro elettronico  nazionale e le  imprese  che  esercitano con veicoli di massa  complessiva  fino  a  1,5  tonnellate  iscritte all'Albo  nazionale  delle  imprese  che  esercitano  l'attivita'  di autotrasporto.

Le risorse, destinate  ad  incentivi per il rinnovo e l'adeguamento tecnologico del  parco veicolare, per l'acquisizione di beni strumentali  per  il  trasporto intermodale ammontano complessivamente a € 35.950.177,00.

Gli investimenti sono finanziabili esclusivamente se avviati dopo il 2 agosto 2017 ed ultimati entro il 15 aprile 2018.

L’importo massimo ammissibile dei contributi per ogni singola impresa è di massimo 700.000,00 €. I beni acquisiti con incentivo ministeriale sono sottoposti al vincolo di inalienabilità fino al 31 dicembre 2019, pena la revoca del contributo.

Sono finanziabili:

- i veicoli da 3,5 ton fino a 7 ton a trazione alternativa a metano CNG, elettrica e a motorizzazione ibrida (diesel-elettrico): l’importo del contributo è di 4.000 euro per veicoli CNG e a motorizzazione ibrida; di 10.000 euro per veicoli a trazione elettrica;

- i veicoli pari o superiore a 7 ton a trazione alternativa a metano CNG e LNG o a motorizzazione ibrida (diesel-elettrico): l’importo del contributo è di 8.000 euro per veicoli CNG e di 20.000 euro per veicoli LNG o a motorizzazione ibrida;

- l’acquisizione di dispositivi idonei alla riconversione di veicoli 3,5 ton come veicoli elettrici, il contributo è pari a 1.000 euro;

- i veicoli Euro VI da 11,5 ton a 16 ton: l’importo del contributo è di 5.000 euro per ogni veicolo radiato per rottamazione;

- i veicoli Euro VI pari o superiore a 16 ton: l’importo è di 10.000 euro per ogni veicolo radiato per rottamazione;

- i rimorchi/semirimorchi a norma UIC 596-5 o IMO, dotati di almeno un dispositivo innovativo tra quelli indicati nell’Allegato 1: 10% del costo di acquisizione per le medie imprese e del 20% per le piccole imprese, con un tetto massimo di 5.000 euro; l’importo è di 1.500 euro per le imprese che non rientrano tra le PMI;

- i rimorchi, semirimorchi o equipaggiamenti per autoveicoli specifici superiore a 7 ton allestiti per trasporti in regime ATP mono o multi temperatura purché le unità frigorifere/calorifere siano alimentate da motore StageV o da unità criogeniche autonome non collegate con il motore del veicolo trattore oppure da unità elettriche funzionanti con alternatore collegato al motore del veicolo trainante. In ogni caso, i gas refrigeranti dovranno essere dotati di un GWP inferiore a 2.500: 10% del costo di acquisizione per le medie imprese e del 20% per le piccole imprese, con un tetto massimo di 5.000 euro; l’importo è di 1.500 euro per le imprese che non rientrano tra le PMI;

- la sostituzione, nei rimorchi, semirimorchi o equipaggiamenti per autoveicoli specifici superiori a 7 ton, allestiti per trasporti in regime ATP mono o multi temperatura, delle unità frigorifere/calorifere installate con unità frigorifere/calorifere alimentate da motore StageV o da unità criogeniche autonome non collegate con il motore del veicolo trattore oppure da unità elettriche funzionanti con alternatore collegato al motore del veicolo trainante.

In ogni caso, i gas refrigeranti dovranno essere dotati di un GWP inferiore a 2.500: 10% del costo di acquisizione per le medie imprese e del 20% per le piccole imprese, con un tetto massimo di 5.000 euro; l’importo è di 1.500 euro per le imprese che non rientrano tra le PMI;

- i gruppi di 8 casse mobili e 1 rimorchio/semirimorchio porta-casse: l’importo è di 8.500 euro per ogni gruppo.

Una maggiorazione del 10% dei contributi, cumulabile e calcolata sull’importo netto del contributo, è riconosciuta alle imprese PMI e a quelle aderenti a una rete d’impresa per l’acquisto di trattori e di casse mobili.

È ammessa una sola domanda per impresa iscritta all’Albo e/o al REN, e potrà essere presentata dal 18 settembre 2017 al 15 aprile 2018 esclusivamente per via telematica, attraverso il portale dell’automobilista.

 

Il settore bandi e contributi, dott.ssa Barbara Tondelli, è a disposizione per ulteriori informazioni e l'eventuale predisposizione della domanda di incentivo.

Documenti da scaricare

Il tuo nome
Il tuo indirizzo e-mail
Oggetto
Inserisci il tuo messaggio ...
x