BANDIeCONTRIBUTI

STUDENTE POLACCO OSPITE DELLA COOPERATIVA MULTITRACCIA

STUDENTE POLACCO OSPITE DELLA COOPERATIVA MULTITRACCIA

Lo stage nell’ambito del programma Erasmus +

Categorie: Lavoro e Servizi

Tags: ERASMUS,   Multitraccia

Sono studenti e sono arrivati a Reggio Emilia dalla lontana Opole in Polonia per un’esperienza formativa di due settimane, coordinata dall’Associazione regionale Younet, esperta nel campo della learning mobility, finanziata nell’ambito del programma Erasmus + , il Programma dell’Unione Europea per le esperienze all’estero dei giovani nei settori dell'istruzione e della formazione. Uno di questi studenti ha fatto il proprio stage presso la cooperativa Multitraccia.

L’esperienza è appena terminata ed il presidente della cooperativa, Roberto d’Autilio, traccia un bilancio molto positivo ed esprime soddisfazione per avere aderito ad un progetto che dà la possibilità agli studenti di espandere i propri orizzonti culturali e crescere in una dimensione europea.

La nostra cooperativa si occupa di servizi ad alto contenuto tecnologico nel campo dell'informatica – dice D’Autilio - siamo abituati a rapportarci con gli studenti, in particolare con la formula dell’alternanza scuola lavoro ed a collaborare con il mondo universitario, ma questa è stata la prima esperienza che ci ha permesso un confronto con il sistema scolastico estero e posso affermare che la mobilità internazionale è positiva ed arricchente per tutti, non solo per i ragazzi che certamente possono usufruire di occasioni di conoscenza e di formazione “sul campo”,  a sostegno del proprio sviluppo personale e professionale. Le tecnologie stanno cambiando il modo di operare della società e sono sicuramente la chiave per rendere più competitiva l’intera economia ma per ottenere questo è importante valorizzare il talento e l’innovazione dei giovani e la collaborazione tra mondo scolastico ed imprese è l’anello di congiunzione fondamentale per aiutare i giovani a sviluppare le competenze di cui le aziende hanno bisogno.

Pietrou Marcel, 19 anni, residente a Opole e studente del locale istituto Tecnico Informatico, in un inglese fluente, si dice contento di aver colto questa opportunità, di aver potuto conoscere un territorio, quello reggiano, ricco di esperienze interessanti dal punto di vista tecnologico e di aver potuto apprezzare la forma cooperativa come modalità di lavoro stimolante per i giovani che approcciano il mondo del lavoro.

Nelle due settimane di permanenza, infatti, affiancato dai soci della cooperativa, ha potuto mettere in pratica le proprie conoscenze contribuendo alla impostazione di un nuovo software di supporto ai database nel confronto dei dati.

Il tuo nome
Il tuo indirizzo e-mail
Oggetto
Inserisci il tuo messaggio ...
x