RASSEGNAstampa

CONFCOOPERATIVE SULLA CCIAA, BENE L’AREA VASTA, NESSUN ALTOLA’ A LANDI

CONFCOOPERATIVE SULLA CCIAA, BENE L’AREA VASTA, NESSUN ALTOLA’ A LANDI

Categorie: Dalla Confcooperative

Tags: Stefano Landi,   Camera di Commercio

Non c'è alcun "altolà" al presidente della Camera di commercio, Stefano Landi, rispetto al percorso esplorativo che sta compiendo con gli enti camerali limitrofi per giungere agli accorpamenti imposti dalla legge di riforma e dai decreti del Governo. 

A sottolinearlo è Confcooperative a seguito dell'artitolo apparso sulla Gazzetta di di Reggio "e dal quale - afferma Confcooperative - si fa emergere uno differenza di posizioni tra il presidente della Camera di commercio Reggio e le associazioni imprenditoriali che in realta' non esiste e men che meno riguarda la nostra associazione". 
"Proprio dal documento pubblicato dalla Gazzetta - prosegue Confcooperative  - emerge con chiarezza che le azioni, i contatti e le verifiche che il presidente Landi sta conducendo coincidono esattamente con i suggerimenti delle associazioni, che parlano esplicitamente di accorpamenti da verificare in area vasta, che comprende le province di Piacenza, Parma, Reggio Emilia e Modena". 
"Nello stesso documento - osserva Confcooperative - non si pone alcun vincolo territoriale che escluda una o l'altra di queste province, e questo nel pieno rispetto dell'autonomia, della competenza e della legittimità  di ogni scelta che il Consiglio e la Giunta camerale intenderanno assumere, anche in funzione di un auspicato e auspicabile confronto con tutti i soggetti che guardano con interesse al futuro del'Ente". 
"Per parte nostra - sottolinea Confcooperative - riconfermiamo il principio e l'obiettivo di un futuro orientato ad accorpamenti che riguardino le quattro province di un'area in cui vi sono molti elementi di omogeneità e nell'ambito dei quali la Camera di commercio di commercio Reggio Emilia possa valorizzare il patrimonio di efficienza, risorse economiche, esperienze e competenze che ha costruito a beneficio delle imprese". 
"Al presidente Landi e agli organi di governo della Camera di commercio - conclude Confcooperative - va dunque il nostro pieno sostegno a continuare le azioni intraprese per giungere a risultati ispirati a questi obiettivi, rispetto ai quali esiste sicuramente una piena convergenza".


Il tuo nome
Il tuo indirizzo e-mail
Oggetto
Inserisci il tuo messaggio ...
x