RASSEGNAstampa

VERSAMENTO TRAMITE MODELLO F24 DELLE SOMME DOVUTE PER LA REGISTRAZIONE DEGLI ATTI DELL’AUTORITÀ GIUDIZIARIA

Relativi codici tributo

Categorie: Contabilità e Fisco

Tags:

Con Provvedimento del 09/07/2018 l’Agenzia delle Entrate ha stabilito che, per gli atti giudiziari emessi dal 23 luglio 2018, è possibile versare tramite modello F24 le imposte e i relativi interessi, sanzioni e accessori richiesti dagli uffici dell’Agenzia delle Entrate in sede di registrazione (es.: pagamenti relativi agli atti in materia di controversie civili che definiscono anche parzialmente il giudizio, dei decreti ingiuntivi esecutivi, ecc. finora versati con il modello F23).

Invece per gli atti emessi fino al 22 luglio 2018 si continua ad utilizzare il modello F23.

Tuttavia, per consentire ai contribuenti e agli operatori di adeguarsi alle nuove regole, si prevede che fino al 31 dicembre 2018 sono comunque considerati validi i versamenti effettuati sia con F23 sia con F24.

Mentre, i versamenti richiesti a seguito di atti emessi dagli uffici dell’Agenzia devono essere effettuati esclusivamente con il tipo di modello di pagamento indicato nell’atto stesso.

Con la Risoluzione n. 57/E del 18/07/2018 l’Agenzia delle Entrate ha istituito i seguenti nuovi codici tributo da utilizzare nel modello F24:

AAGG “Registrazioni atti giudiziari – somme liquidate dall’ufficio”;

A196 “Atti giudiziari – Imposta di registro – somme liquidate dall’ufficio”;

A197 “Atti giudiziari – Sanzione imposta di registro – somme liquidate dall’ufficio”

e ne ha ridenominato altri.

Per le spese di notifica, invece, il codice tributo è il “consueto” 9400.

Tag:

Il tuo nome
Il tuo indirizzo e-mail
Oggetto
Inserisci il tuo messaggio ...
x