RASSEGNAstampa

CCNL DEI LAVORATORI DELLE IMPRESE COOPERATIVE DEL SETTORE EDILE

CCNL DEI LAVORATORI DELLE IMPRESE COOPERATIVE DEL SETTORE EDILE

18 luglio sottoscritto il rinnovo

Categorie: Lavoro e Servizi

Tags: edilizia,   CCNL

Il 18 luglio è stato sottoscritto il rinnovo del CCNL dei lavoratori delle imprese cooperative del settore edile, scaduto il 30 giugno 2016.

La scadenza del nuovo accordo è fissata al 30 settembre 2020.

L’intesa, sottoscritta dalle Associazioni cooperative, CONFCOOPERATIVE, LEGACOOP, AGCI congiuntamente con ANCE e con le organizzazioni sindacali, FENAL UIL, FILCA CISL, FILLEA CIGL, contiene un protocollo per il rilancio del settore che costituirà la piattaforma comune di imprese e lavoratori nel confronto con le istituzioni.

Le principali novità contenute nell’accordo riguardano:

1) l’efficientamento del sistema della bilateralità (casse edili, enti di formazione e per la sicurezza), anche attraverso una revisione delle contribuzioni dovute e una loro destinazione alla riduzione del costo del lavoro complessivo;

2) il rafforzamento del sistema di welfare contrattuale attraverso l’innalzamento del contributo contrattuale di previdenza integrativa da versare al fondo pensione Previdenza Cooperativa (2 euro a parametro 100 a partire dal 1 ottobre 2019) e l’ampliamento dell’assistenza sanitaria integrativa;

3) l’implementazione degli strumenti a supporto del ricambio generazionale delle imprese attraverso la destinazione di un ulteriore quota al fondo di prepensionamento del settore e la costituzione di un fondo per l’occupazione giovanile (+0,10%, arrivando così allo 0,20%).

Per quanto riguarda il CCNL cooperativo si evidenziano alcune significative novità contenute nell’accordo, nell’ottica di una sua maggiore coerenza con il CCNL del settore industria: 

1) è stata prevista l’eliminazione dell’8° livello della classificazione (ovviamente facendo salvi gli inquadramenti e i trattamenti economici esistenti);

2) è stato preso un impegno di maggior coordinamento tra i testi dei due CCNL di settore, in fase di stesura, preservando, laddove esistenti, le specificità cooperative, ma omologando la nomenclatura degli articoli.

Le parti hanno concordato un aumento retribuivo complessivo pari a 55 euro, a parametro 100 (operaio comune) con le seguenti tranches di erogazione: 20 euro al 1 luglio 2018, 10 euro al 1 luglio 2019, 25 euro al 1 settembre 2020.

Il contratto rappresenta un rinnovato impegno, per le Parti Sociali dell’edilizia, a produrre, congiuntamente, gli sforzi necessari per un rilancio di questo importante settore dell’economia del nostro Paese.

Il tuo nome
Il tuo indirizzo e-mail
Oggetto
Inserisci il tuo messaggio ...
x