leNOTIZIE

COOP SOCIALI, FIRMATO L’ACCORDO INTEGRATIVO PROVINCIALE

COOP SOCIALI, FIRMATO L’ACCORDO INTEGRATIVO PROVINCIALE

Categorie: Solidarietà Sociale

Tags: cooperative sociali,   Confcooperative Reggio Emilia,   Legacoop Emilia Ovest,   coop sociali,   ERT

Confcooperative Reggio Emilia e Legacoop Emilia Ovest esprimono soddisfazione per l'Accordo integrativo provinciale delle cooperative sociale siglato da Cgil, Cisl Uil e dalla due centrali cooperative. 

"Riteniamo che sia un ottimo accordo - spiegano i dirigenti di Confcooperative e Legacoop - e sicuramente uno dei migliori a livello nazionale sia per i contenuti economici che per gli aspetti normativi. Questa è la testimonianza che le relazioni sindacali nella nostra provincia nel settore della cooperazione sociale sono caratterizzati da un grande rispetto e responsabilità".  

"L'intesa sottoscritta - proseguono le due centrali cooperative - conferma che la scelta di Confcooperative e Legacoop di disdire il vecchio accordo in scadenza il 31 dicembre 2017 non era un atto ostile. Il nuovo accordo territoriale, infatti, ha riformulato o chiarito, migliorandogli, diversi aspetti normativi". "

Per la parte economica - sottolineano Confcooperative e Legacoop - sono stati ridefiniti i parametri per il calcolo dell'elemento retributivo territoriale (ERT) con un risultato che riteniamo positivo: il valore massimo dell' ERT per il 2018 è fissato a 500 euro annui, riferito alle lavoratrici e lavoratori inquadrati al livello C1". 

"Anche questo - spiegano le due centrali cooeprative - conferma che le cooperative sociali aderenti a Confcooperative e Legaccop hanno inteso valorizzare l'impegno e la professionalità delle lavoratrici e dei lavoratori, visto che parliamo di un valore dell'Ert che non ha riscontro in nessun'altra realtà italiana". 

Positivo - secondo le centrali cooperative - è anche parte dell'accordo che riguarda i soggetti svantaggiati delle cooperative di inserimento lavorativo. 

"Ci sembra poi significativa - osservano Confcooperative e Legacoop - la valutazione comune delle parti firmatarie che l'efficacia e la crescita dell'accordo sottoscritto trovino come condizione importante e non secondaria il coerente comportamento della pubblica amministrazione sui termini di affidamento dei servizi e sul rispetto del costo del lavoro sociosanitario". 

"La cooperazione sociale - concludono le due organizzazioni - con questo accordo ha fatto la sua parte: auspichiamo che tutti i suoi interlocutori siano consapevoli del ruolo che questo settore ha nelle politiche del welfare  e che si impegnino per un mercato trasparente e per garantire la qualità del servizio e del lavoro, abbandonando la politica del massimo ribasso".

Il tuo nome
Il tuo indirizzo e-mail
Oggetto
Inserisci il tuo messaggio ...
x