leNOTIZIE

RISCATTO QUOTE LATTE ENTRO IL 31 MAGGIO

RISCATTO QUOTE LATTE ENTRO IL 31 MAGGIO

Sintetiche considerazioni sulla convenienza o meno del riscatto

 

Categorie: Agroalimentare

Tags: quote latte

Scadrà il prossimo 31 maggio il termine per richiedere al CFPR (a valere dall'anno in corso) il riscatto delle quote mungibili al prezzo stabilito determinato in 50 €/q.le per la pianura e 25 per la montagna.

Negli ALLEGATI sono indicate in modo analitico le procedure ed i risvolti del riscatto.

Si sottolinea l'importanza per ogni azienda potenzialmente interessata di valutare la convenienza o meno ad effettuare il riscatto, tenendo presente un principio inserito nel piano ovvero:

per le aziende in possesso anche di quota mungibile che, producendo oltre la propria quota pagano la contribuzione differenziata (cd. multa), NON avviene la riassegnazione del 10% del pagato in nuove quote, ma viene trasformata la corrispondente quantità da quota mungibile a quota storica fino ad esaurimento della quota storica.Soltanto dopo aver, eventualmente, esaurito la quota mungibile vengono assegnate nuove quote.”

Da questo principio ne discende che:

NON C'E' CONVENIENZA AL RISCATTO PER:

Chi nei prossimi anni prevede di avere una produzione costante ed allineata alla propria quota detenuta (esempio totale qlpr 5.000 q.li – produzione annua 5.000 q.li) 

 

C'E' CONVENIENZA AL RISCATTO PER:

 

1. Chi splafona:

Per evitare la conversione automatica attraverso i quantitativi della riassegnazione 10% (a 150-250€/q.le)

 

2. Chi non la utilizza:

Per poter rendere «compensabili» o cedere in affitto i quantitativi altrimenti inutilizzabili

 

3. Assegnatari psa:

Nel caso in cui vi sia la possibilità in futuro di perdere i requisiti per il mantenimento delle assegnazioni

Documenti da scaricare

Il tuo nome
Il tuo indirizzo e-mail
Oggetto
Inserisci il tuo messaggio ...
x