newsTECNICHE

RIDUZIONE DEGLI INTERESSI DI DILAZIONE E DI DIFFERIMENTO E DELLE SOMME AGGIUNTIVE

Categorie: Lavoro e Previdenza

Tags: interessi

Per effetto della riduzione del Tasso di interesse sulle operazioni di riferimento principali dell'Eurosistema dallo 0,05% allo 0,00% (ex Tasso Ufficiale di Riferimento – Tur) decisa dalla Bce il 10-3-2016, dal 16-3-2016 sono diminuiti di 0,05 punti percentuali gli interessi di dilazione e di differimento e delle somme aggiuntive per ritardato od omesso versamento dei contributi (circolari Inps n. 49 e Inail n. entrambe del 16-3-2016).

Gli interessi dovuti per differimento e dilazione per il pagamento rateale dei debiti contributivi e relativi accessori dovuti agli enti previdenziali e per somme aggiuntive sono i seguenti:

 

Interessi di dilazione

6,00%

Interessi di differimento

6,00%

Sanzioni civili ritardato pagamento delle inadempienze contributive sorte da 1-10-2000 denunciate spontaneamente nei termini oppure entro l’anno, e pagate entro i 30 giorni successivi

5,50%

Sanzioni ridotte in caso di procedure concorsuali (*) Sanzioni ridotte

0,20%

Evasione contributiva

2,00%

In caso di evasione la sanzione civile, in ragione d’anno, rimane ferma al 30% nel limite del 60% dell’importo dei contributi o premi non corrisposti entro la scadenza di legge

 

Ricordiamo che dall’1-1-2000 in caso di:

  • mancato pagamento dei contributi accertato dall’Istituto;
  • denuncia degli interessati oltre un anno dalla scadenza;
  • denuncia entro l’anno e senza pagamento nei 30 giorni;

 (*) Il CdA dell’Inps, con deliberazione n. 1 dell’8-1-2002, ha stabilito che in caso di procedure concorsuali le sanzioni ridotte, in caso di mancato o ritardato pagamento di premi e contributi, dovranno essere calcolate nella misura del TUR, oggi tasso di interesse sulle operazioni di rifinanziamento principali dell’Eurosistema.

Nell’ipotesi di evasione la misura delle sanzioni è pari al predetto tasso aumentato di due punti.

La stessa deliberazione ha stabilito che il limite massimo della riduzione non può essere inferiore alla misura dell’interesse legale. Pertanto “qualora il tasso del Tur scenda al di sotto del tasso degli interessi legali, la riduzione massima sarà pari al tasso legale, mentre la minima sarà pari all’interesse legale maggiorato di due punti”.

Riepilogando, oggi l'ex Tur è pari allo 0,00%, inferiore agli interessi legali (fissati allo 0,20% dall'1-1-2016). In caso di mancato/ritardato pagamento la sanzione sarà dello 0,20% mentre in caso di evasione contributiva sarà del 2,00%.


Il tuo nome
Il tuo indirizzo e-mail
Oggetto
Inserisci il tuo messaggio ...
x