newsTECNICHE

INCENTIVI PER ASSUNZIONE DI GIOVANI CONDUCENTI DEL SETTORE AUTOTRASPORTO

Incentivo pari al 50% delle spese sostenute e documentate per il conseguimento della patente e delle abilitazioni professionali

Categorie: Lavoro e Previdenza

Tags: autotrasporto,   giovani

Relativamente agli anni 2019 e 2020 si prevedono incentivi per le persone

  • che non abbiano compiuto il 35° anno di età alla data di entrata in vigore della legge di bilancio
  • assunte a tempo indeterminato come conducenti
  • da imprese di autotrasporto
  • inquadrate con le qualifiche Q1, Q2 o Q3 previste dal Ccnl Logistica, trasporto merci e spedizione. 

L’incentivo spetta direttamente ai lavoratori ed è pari al 50% delle spese sostenute e documentate per il conseguimento della patente e delle abilitazioni professionali per la guida dei veicoli destinati all'esercizio dell'attività di autotrasporto di merci per conto di terzi.

Dal rimborso sono esclusi i versamenti corrisposti al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti per il rilascio della patente e delle abilitazioni professionali per la guida dei veicoli destinati all'esercizio dell'attività di autotrasporto di merci per conto di terzi, nonché per le spese relative all'acquisto dei contrassegni telematici richiesti dalla normativa vigente.

Il beneficio non riguarda tutti i conducenti ma soltanto quelli assunti da imprese di autotrasporto di merci per conto di terzi attive sul territorio italiano, regolarmente iscritte al Registro elettronico nazionale delle imprese di trasporto su strada e all'Albo nazionale degli autotrasportatori di cose per conto di terzi.

Si pone comunque un problema perché nel Ccnl, che peraltro non è molto lineare in materia di classificazione, le qualifiche indicate non esistono.

Il rimborso ai lavoratori è erogato dall’impresa entro 6 mesi dall’assunzione a tempo indeterminato. Nel caso di conducenti già assunti e già inquadrati nelle imprese di autotrasporto di merci per conto di terzi, il rimborso è erogato entro 6 mesi dalla data di entrata in vigore della legge di bilancio, purché al momento della richiesta sussistano i requisiti generali (età del conducente, inquadramento, caratteristiche dell’impresa…).

Per la definizione di queste operazioni sarà necessario un decreto ministeriale. 

Alle imprese di autotrasporto come individuate sopra spetta, ai fini Ires, una detrazione totale dall'imposta lorda per una quota pari ai rimborsi erogati ai lavoratori fino a un ammontare complessivo di 1.500 euro totali per ciascun periodo d'imposta.

Il tuo nome
Il tuo indirizzo e-mail
Oggetto
Inserisci il tuo messaggio ...
x