newsTECNICHE

NO AL LICENZIAMENTO DEL LAVORATORE INABILE SE LA MOTIVAZIONE DEL RECESSO NON È ATTUALE

Corte di Cassazione sentenza n. 13649 del 21 maggio 2019

Categorie: Lavoro e Previdenza

Tags:

È illegittimo il recesso intimato da una società verso il lavoratore inabile che aveva rifiutato l’offerta al ruolo di addetto alle pulizie, in quanto al rientro dall’infortunio era già stato adibito ad una mansione compatibile con le proprie menomazioni fisiche. La Corte di Cassazione, con la Sentenza n. 13649 del 21 maggio 2019 precisa che il recesso, oltre a basarsi su di una motivazione attuale, necessita di una previa verifica del datore circa i possibili adattamenti organizzativi ragionevoli nei luoghi di lavoro.

Tag:

Il tuo nome
Il tuo indirizzo e-mail
Oggetto
Inserisci il tuo messaggio ...
x