newsTECNICHE

FATTURA ELETTRONICA E PRESTAZIONI SANITARIE

Agenzia delle Entrate, Risposta all’istanza di interpello n. 307 del 24/07/2019

Categorie: Contabilità e Fisco

Tags:

L’Agenzia delle Entrate, con la risposta all’istanza di interpello n. 307 del 24/07/2019, ha fornito importanti chiarimenti in merito alle modalità di fatturazione (elettronica e cartacea) delle prestazioni sanitarie.

Secondo il parere dell’Agenzia delle Entrate, per il 2019:

·          le prestazioni sanitarie effettuate nei confronti delle persone fisiche non devono mai essere fatturate elettronicamente via SDI, a prescindere dal soggetto che le eroga;

·           al contrario, le prestazioni in ambito sanitario rese da soggetti passivi d’imposta a soggetti diversi dalle persone fisiche vanno sempre documentate a mezzo fattura elettronica via SDI.

Inoltre le fatture per prestazioni rese in ambito sanitario, emesse nei confronti di soggetti diversi da persone fisiche – nel caso in esame, le compagnie assicurative, ma ciò vale in generale per qualsiasi soggetto diverso dalle persone fisiche (consorzi, cooperative, ecc.) – devono essere emesse in formato elettronica via SDI, senza alcuna indicazione del nome del paziente o di altri elementi che consentano di associare in modo diretto la prestazione resa ad una determinata persona fisica identificabile. Al contempo, al fine di garantire eventuali esigenze gestionali dei predetti soggetti nei confronti dei quali si emette fattura, le parti possono comunque adottare modalità che consentano di ricollegare le prestazioni rese a singole posizioni, pur nel rispetto delle prescrizioni concernenti la tutela dei dati personali, utilizzando codifiche di varia natura (es.: numero di polizza/pratica o sigle atte a individuare in maniera indiretta e mediata la tipologia di prestazione resa e la persona fisica nei cui confronti la stessa è stata effettuata).

 

Tag:

Il tuo nome
Il tuo indirizzo e-mail
Oggetto
Inserisci il tuo messaggio ...
x