BANDIeCONTRIBUTI

APPROVATI NUOVI AVVISI PER LA FORMAZIONE INTERPROFESSIONALE DI FOR.TE

 Il Fondo paritetico interprofessionale nazionale per la formazione continua del terziario ha approvato gli avvisi per l'annualità 2021 e definito le nuove scadenze

Categorie: Bandi e Contributi

Tags: formazione,   aggiornamento,   For.Te,   piani formativi

  • Avviso 1/19 per il Comparto Logistica, Spedizioni, Trasporti - scadenza 05/05/2021
  • Avviso 2/19 Formazione a sostegno dell’innovazione tecnologica, di prodotto e/o di processo - scadenza "fino ad esaurimento fondi"
  • Avviso 3/19 per il Commercio, Turismo e Servizi - scadenza 25/05/2021
  • Avviso 5/19 destinato ad Altri Settori Economici - scadenza 26/09/2021
  • Avviso 6/19 per Formazione a sostegno di progetti di Sviluppo Sostenibile - scadenza 14/10/2021

Possono presentare i Piani aziendali i seguenti soggetti aderenti a For.Te. alla data di presentazione della domanda di finanziamento: 

  • Datori di lavoro per i propri dipendenti, la cui adesione sia già stata comunicata dall’INPS al Fondo alla data di presentazione della domanda di finanziamento; 
  • Consorzi di imprese costituite ai sensi dell’art. 2602 del codice civile, per i propri lavoratori/lavoratrici o per quelli/e delle imprese consorziate, la cui adesione sia già stata comunicata dall’INPS al Fondo alla data di presentazione della domanda di finanziamento; 
  • Gruppi di imprese: la Capogruppo per i propri lavoratori/lavoratrici o per quelli dell’intero Gruppo ovvero per una delle società costituenti il Gruppo, la cui adesione sia già stata comunicata dall’INPS al Fondo alla data di presentazione della domanda di finanziamento; 
  • ATI o ATS, da costituire al massimo tra 3 (tre) imprese/datori di lavoro, non vincolate da legami societari

I destinatari dell’attività formativa sono i lavoratori/lavoratrici dipendenti per i quali i datori di lavoro sono tenuti a versare il contributo di cui all’art. 12 della legge n.160/1975, così come modificato dall’art. 25 della legge n. 845/1978 e s.m.i. Sono compresi gli apprendisti, i soci lavoratori delle cooperative ed i lavoratori a tempo determinato del settore pubblico (circ. INPS n.140/2012). Per quanto riguarda gli apprendisti, la formazione professionalizzante prevista dal piano formativo individuale declinato in base alla contrattazione collettiva, è finanziabile solo se gli apprendisti sono ricompresi in un Piano che coinvolga anche lavoratori già qualificati.


Il tuo nome
Il tuo indirizzo e-mail
Oggetto
Inserisci il tuo messaggio ...
x